Manifatture Teatrali Milanesi

Conversazione con la morte

di Giovanni Testori – regia di Mino Manni  – con Gaetano Callegaro – assistente alla regia Marta Ossoli – disegno luci Fulvio Melli – direttore di produzione Elisa Mondadori – produzione Manifatture Teatrali Milanesi

Prima nazionale

Ho divorato Conversazione con la morte quasi fisicamente. Le parole del testo hanno cominciato a vibrare dentro di me, a farmi compagnia, a risuonare in modo struggente con  vita prorompente e purificatrice sebbene quelle parole fossero “portatrici di morte”.
Da qui, inconsciamente, ho cominciato a sentire un legame profondo con Giovanni Testori e ho cominciato a sviluppare idee, suggestioni, riflessioni fino ad immaginare uno spazio, un luogo dove mettere in scena il testo: uno spazio che non fosse solo un teatro ma un tempio sconsacrato, una sorta di chiesa benedetta e al tempo stesso maledetta dove un vecchio attore (il protagonista del testo) divora sé stesso in un rito ecclesiastico.
Quando Gaetano Callegaro ha manifestato la possibilità e la generosità di mettersi in gioco con questo testo necessario e potente il cerchio si è chiuso.
Ho pensato a lui come ad un “vecchio” grande attore che si immola di fronte al pubblico e che pronuncia parole magnifiche, parole di cui il teatro ha e deve tornare ad avere bisogno. In Conversazione con la mortec’è la fatica di dire e quella di non dire, l’anelito a una parola impossibile che diventa possibile soltanto attraverso il teatro: in fondo, semplicemente, un uomo solo che parla a un pubblico che lo ascolta. Che parla le parole sublimi, alte, poetiche e mai definitive di Giovanni Testori.

 

Per informazioni

Laura Capasso: distribuzione@mtmteatro.it – 3496508411
Francesco D’agostino: francescodagostino@mtmteatro.it – 3292985890

Per ottenere la PW del video dello spettacolo, è necessario scrivere a francescodagostino@mtmteatro.it

X