Seminari estivi 2019

SensAzione

L’attore e il testo

Condotto da

Christian La Rosa

 

CONTENUTI

Togliere tutto. O almeno provarci. Liberarsi da quello che è didattica, tecnica, metodologia, trucco o stile, per cercare di risalire all’essenza, attraverso un percorso di scoperta e di avvicinamento a un linguaggio tanto naturale e spontaneo quanto complesso e dalle multiformi possibilità: il linguaggio della comunicazione umana. Partire da ciò che c’è, da ciò che si è, dalle caratteristiche e potenzialità del proprio corpo e della propria voce, dalle modalità di interazione con l’altro e le dinamiche della creatività individuale e corale. E, ovviamente, il testo. Il gioco, l’improvvisazione, il training fisico e vocale saranno utilizzati come mezzi per arrivare alla comprensione dei personaggi e alla composizione di brevi scene fornite ai partecipanti, seguendo il principio del “non recitare”. Questo significa recitare così bene da dimenticarsi di farlo, e da farlo dimenticare a chi ascolta/osserva. A ciò si arriva solo con il lavoro: quando si comprende esattamente il testo, la situazione di partenza, il rapporto con gli incidenti e tutto ciò che ha a che fare col “qui ed ora”, quando si è in sintonia con se stessi e con gli altri, allora ecco che, a volte, accade il miracolo del “non recitare”. Per rendere tutto questo possibile, è necessario abbandonarsi, fidarsi, a volte rinunciare alle proprie convinzioni ed al proprio personale e spesso ingombrante punto di vista, lasciando che sia ciò che sta intorno a lavorare per noi e su di noi.

 

Partecipanti

  • Massimo 16
  • Non è richiesta alcuna esperienza

 

Durata

  • 3 giorni
  • 12 ore totali

Costi

  • 150 euro (esterni)

 

Per info e iscrizioni
02 66 98 89 93
scuolagrock@mtmteatro.it

DATA
Mercoledì 10 luglio 2019 dalle 19:00 alle 23:00
Giovedì 11 luglio 2019 dalle 19:00 alle 23:00
Venerdì 12 luglio 2019 dalle 19:00 alle 23:00

DRAGPOWER!

Laboratorio intensivo di teatro en travesti

Condotto da

Nina’s Drag Queens

 

CONTENUTI

Hai sempre sognato di trasformarti in Marilyn Monroe?

Vuoi ballare seguendo le mosse di Raffaella Carrà?

Ti tormenta non sapere come si attaccano le ciglia finte?

 

Le Nina’s Drag Queens sono qui per insegnarti (quasi) tutto questo, attraverso un percorso teatrale volto alla costruzione di un personaggio femminile en travesti, spaziando tra le grandi icone di tutti i tempi. Gli ingredienti saranno: fascino misterioso, sensualità esplosiva, una buona dose di ironia.
Svuota l’armadio di tutto quello che non hai mai osato mettere, e portalo con te: comincerà la trasformazione. Affronteremo insieme esercizi d’improvvisazione teatrale e di studio del personaggio, lavoreremo su semplici coreografie (rigorosamente sui tacchi),  sulla presenza scenica e sulla composizione di un coro.

Vieni a studiare teatro con le Nina’s!
Giocheremo ad inventare la Divina che è dentro ognuno di noi.

 

Il laboratorio è aperto a uomini e a donne di tutte le età.

Al termine del seminario è prevista una piccola restituzione aperta a tutti.

 

Partecipanti

  • Massimo 16
  • Non è richiesta alcuna esperienza

Durata

  • 3 giorni
  • 12 ore totali

Costi

  • 150 euro (esterni)

 

Per info e iscrizioni
02 66 98 89 93
scuolagrock@mtmteatro.it

DATA
Mercoledì 3 luglio 2019 dalle 19:00 alle 23:00
Giovedì 4 luglio 2019 dalle 19:00 alle 23:00
Venerdì 5 luglio 2019 dalle 19:00 alle 23:00

LA PERFORMANCE

condotto da

Antonio Sixty e Susanna Baccari

 

CONTENUTI

Performance è un termine molto usato, giunto in italiano dall’inglese, e prima ancora all’inglese dal medio francese parformance, a sua volta dall’antico francese parformer. Continuando a percorrere a ritroso la storia del termine si finisce per riconoscerne un lontano antenato nel verbo tardo latino performāre, il cui significato è ‘dare forma definitiva’ modellare, formare.

Di fatto oggi è un termine che si usa in vari ambiti: sportivo, agonistico, musicale, medico, finanziario e così via. Quello che a noi interessa è riportarlo all’ambito più prettamente artistico-teatrale.

 

Questo seminario si prefigge di indagare e praticare gli ambiti della performance che hanno a che fare con i seguenti nuclei tematici:

. corpo come spazio

. azione come tempo

. relazione come messa in opera

. contesto come strategia

 

Tali nuclei tematici si intendono come all’origine della pratica performativa, che rimane – nel nostro caso –  comunque narrativa e che può diramarsi in molteplici ambiti, dall’happening alla performance site-specif, dalla performance art al ‘live’, al teatro di performance (theatre-performance) al teatro-danza, al flash-mob e così via.

Il seminario prevede un ambito teorico di informazione sulla performance dagli anni ’60 a oggi, e una pratica di lavoro con una partenza da un condizione individuale come coscienza, necessità e attitudine personale al percorso performativo, per poi indagare le possibilità relazionali fra coppie e gruppi di lavoro, all’interno del seminario stesso ai fini di una possibile creazione artistica, che possa rimanere individuale o a gruppi.

Requisiti: attitudine alla creazione personale di ‘narrazione’ attraverso il corpo e il comportamento, disponibilità al confronto aperto sui temi del corpo e della sua funzionalità artistica

Obiettivi: ideare, progettare, realizzare una performance individuale e collettiva con basi artistiche/teatrali, che possa essere anche replicabile.

 

Partecipanti

  • Massimo 16
  • Non è richiesta alcuna esperienza

 

Durata

  • 3 giorni
  • 12 ore totali

Costi

  • 150 euro (esterni)

Per info e iscrizioni
02 66 98 89 93
scuolagrock@mtmteatro.it

DATA
Mercoledì 26 giugno 2019 dalle 19:00 alle 23:00
Giovedì 27 giugno 2019 dalle 19:00 alle 23:000
Venerdì 28 giugno 2019 dalle 19:00 alle 23:00
Daniele Milani 74580.660x368

Costruire il monologo

Laboratorio introduttivo di scrittura e recitazione

Condotto da

Daniele Milani

 

CONTENUTI

Il monologo è un sottogenere del teatro che da sempre affascina attori e autori e che negli ultimi anni, per vari motivi, ha conosciuto un periodo di grande espansione.

Riempire il palcoscenico da soli, spesso anche con mezzi tecnici ridotti all’osso, appare come un’opportunità per esprimere al meglio le doti espressive e creative di chi la affronta. Al tempo stesso però, una sfida del genere rischia di far emergere in maniera implacabile limiti, fragilità e insicurezze. Per affrontare correttamente una prova d’attore di questo tipo è necessario conoscere i punti cardine sui quali si basa, capire che il talento da solo non basta e che, per ottenere risultati soddisfacenti bisogna partire da un progetto solido e ben strutturato.

Il percorso intende fornire le competenze necessarie per distinguere i differenti possibili approcci al genere monologo. La recitazione in prima o in terza persona, l’approccio immedesimativo o quello straniato, la pantomima o lo stile realistico nella recitazione, la differenza tra stand up comedy e narrazione, le varie tecniche di uso del corpo, sono informazioni fondamentali per costruire un mondo narrativo coerente e in grado di coinvolgere il pubblico dal punto di vista emotivo.

Il corso permetterà ai partecipanti quindi di scegliere prima di tutto un linguaggio espressivo chiaro e coerente. Verranno poi fornite le nozioni introduttive per la scrittura drammaturgica e la sua interpretazione attoriale.

 

 

Partecipanti

  • Massimo 12
  • E’ richiesto almeno 1 anno di esperienza

 

Durata

  • 2 giorni
  • 12 ore totali

Costi

  • 150 euro (esterni)

 

Per info e iscrizioni
02 66 98 89 93
scuolagrock@mtmteatro.it

 

DATA
Sabato 29 giugno 2019 dalle 11:00 alle 18:00 (con pausa)
Domenica 30 giugno 2019 dalle 11:00 alle 18:00 (con pausa)

LE SMANIE DELLA VILLEGGIATURA
Dal testo al sottotesto

ANGELO DI GENIO

 

CONTENUTI

Lavoreremo su alcune scene tratte dal primo testo della Trilogia della Villeggiatura di Goldoni, il + giocoso LE SMANIE DELLA VILLEGGIATURA. Ci divertiremo ad analizzare le scene del testo goldoniano, e scopriremo che dentro il testo esistono “mondi sotterranei, “camere segrete” e “porte nascoste” da scoprire, i sottotesti.

Il sottesto è una tecnica fondamentale per l’attore, che ha la possibilità di giocare su un livello ancora più creativo della semplice intenzione del personaggio.

  • Intenzione: il pensiero che il personaggio cela dietro le sue parole
  • Sottotesto: il pensiero che l’attore può celare dietro le parole del personaggio.

Saranno proposti esercizi per imparare ad attivare la capacità di invenzione e di riconoscimento dei sottotesti, che permettono all’attore di avvicinare, concretizzare e rendere vivo ed originale il proprio rapporto con il testo, con ogni singola scena, con ogni rapporto tra i personaggi, con ogni singola battuta. Monteremo poi le scene per mettere in pratica e giocare a “spiazzare” la visione comune di quelle scene, con i sottotetti che troveremo, senza togliere alcuna importanza alla grande valenza che la lingua Goldoniana settecentesca possiede.

BIOGRAFIA

Angelo Di Genio nasce nel 1983 a Gallarate(VA). Si è diplomato all’Accademia d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano (2005) e si è perfezionato nel Corso di Alta Formazione di Massimo Castri (2007/2008), entrando a far parte della compagnia dei giovani di ERT fino al 2010. Parallelamente a progetti televisivi e cinematografici (Butta la Luna2, Una sera d’ottobre, Ris 5, Terapia d’urgenza), e ad apparizioni in spot musicali e di moda, Di Genio porta avanti un’intensa carriera teatrale, che lo ha visto partecipare a spettacoli diretti oltre che da Castri (TRE SORELLE, ALCESTI, COSI È SE VI PARE, LA PRESIDENTESSA), anche da Franco Branciaroli, Massimo Navone, Lorenzo Loris, Maurizio Schmidt, Federico Grazzini, Aldo Cassano, Marco Plini, Elio De Capitani, Ferdinando Bruni ed altri.
Tra gli impegni più importanti ricordiamo lo spettacolo THE HISTORY BOYS di Alan Bennet del Teatro dell’Elfo, che gli è valso il Premio Ubu come Miglior Attore under 30; FREDDO di Lars Noren, regia Marco Plini, produzione ERT; nel ruolo di Biff in MORTE DI UN COMMESSO VIAGGIATORE di Arthur Miller del Teatro Elfo; il monologo ROAD MOVIE di G. Hamilton, prod. Teatro dell’Elfo; OTELLO con la regia di Elio De Capitani e Lisa Natoli, sempre del Teatro dell’Elfo; e il più recente pluripremiato GEPPETTO E GEPPETTO di Tindaro Granata dello Stabile di Genova, con cui vince il Premio Nazionale della Critica ANCT. Nel 2016 è stato premiato con il celebre Premio Mariangela Melato, per l’intenso percorso che sta compiendo. Per il 2017/2018 oltre alle riprese, è impegnato nell’allestimento e debutto de LA BISBETICA DOMATA di Andrea Chiodi, prod. LAC-LuganoInScena e Teatro Carcano.

Partecipanti
Massimo 16

Durata
3 giorni
12 ore totali

Per info e iscrizioni
02 66 98 89 93
scuolagrock@mtmteatro.it

DATA
Martedì 17 luglio 2018 dalle 19:00 alle 23:00
Mercoledì 18 luglio 2018 dalle 19:00 alle 23:00
Giovedì 19 luglio 2017 dalle 19:00 alle 23:00

Per informazioni e iscrizioni a Grock Scuola di Teatro,
contattare la Segreteria Scuola allo 02 66 98 89 93
tutto l’anno dal lunedì al venerdì dalle 12:00 alle 23:00
sabato dalle 10:00 alle 15:00
o inviare una mail a scuolagrock@mtmteatro.it

X