gennaio, 2020

29genTutto il giorno02febGuenda Goria in La pianista perfettaLe ragazze raccontanoTeatro Litta, corso Magenta 24Event Type :Le ragazze raccontano,Stagione 2019-2020Acquista qui

Dettagli

Spettacolo-concerto dal vivo su Clara Wieck Schumann – di Giuseppe Manfridi – regia Maurizio Scaparro – con Guenda Goria e Lorenzo Manfridi – regista assistente Felice Panico – foto di scena Elio Carchidi – Premio Franco Cuomo insignito al Senato della Repubblica italiana come miglior interpretazione femminile – produzione Todi Festival – Compagnia Mauri Sturno

“La mia immaginazione non può figurarsi una felicità più bella di continuare a vivere per l’arte.” Così Clara Schumann descrive la sua vocazione più profonda, quella per la musica. Forgiata nella tecnica dal padre Friedrich Wieck, Clara diventa sin da giovanissima concertista di fama mondiale: la più grande pianista dell’Ottocento, ma anche una donna coraggiosa, intellettuale, madre affettuosa di otto figli, innamorata.Ed è proprio l’amore che permea la scena nella sua musica, l’amore per la vita e l’amore per un uomo, Robert Schumann, compositore e figura di spicco del romanticismo tedesco.
Un amore tormentato ma profondissimo, quello tra Clara e Robert, che trova il suo triste epilogo quando una malattia sopraggiunge a consumare le capacità intellettive di lui, fino a portarlo lentamente a spegnersi. E saranno le cinque linee del pentagramma il rifugio di Clara, le note saneranno le ferite del suo cuore e quell’armonica successione di tasti bianchi e neri darà conforto a questa grande donna che donerà alla musica tutta se stessa, continuando a lavorare dopo la morte del marito per diffondere la sua musica – troppo avanti per il gusto dell’epoca, ma che troverà postuma fortuna.
Il Pianoforte al centro della scena sarà il protagonista assoluto, suonato dal vivo da Guenda Goria che, in una progressiva rarefazione di tempo e spazio, racconterà sin nel profondo la forza vitale di Clara, donna che ha tradotto in arte la sua intera esistenza: in un momento preciso, il pomeriggio prima di un importante concerto, che potrebbe cambiare le sorti della sua carriera; un pomeriggio sbagliato in tutto sembra far presagire il primo insuccesso della vita di Clara. L’ accordatore che non arriva, il baule smarrito, le lettere che sopraggiungono ad annunciare l’internamento del marito Robert Schumann in ospedale psichiatrico offrono l’affresco di una donna che a trent’anni è già madre di otto figli e leggenda della musica mondiale.
Le musiche eseguite dal vivo sono quelle che Clara interpretava nei suoi concerti: Robert Schumann, Ludwig van Beethoven, Felix Mendelssohn, Johannes Brahms Franz Listz, Clara Wieck Schumann.

“Credo che sia molto difficile trovare, almeno in Italia, la sensibilità artistica e tecnica di un’attrice e assieme di una pianista che possa esprimere le emozioni che ci offre il felice testo di Manfridi.
Quando Guenda, con la quale avevo già lavorato qualche anno fa nella ‘Coscienza di Zeno’ con Giuseppe Pambieri, mi ha chiesto di esserle vicino in questa avventura ho risposto subito con entusiasmo. Abbiamo lavorato con gioia e con emozione e con qualche sorpresa che spero si possa trasmettere al pubblico.”
Maurizio Scaparro

“’La pianista perfetta’ è la realizzazione del mio grande sogno: quello di potermi esprimere come attrice e concertista. Interpretando Clara mi sono immersa nel cuore grande e valoroso di una donna dedita all’arte. Una virtuosa dell’ Ottocento di forza contemporanea, romantica e volitiva protagonista di una delle più struggenti storie d’amore; quella con il genio compositore Robert Schumann. Un personaggio che vivo con profondo amore e struggimento, che mi chiede grande preparazione pianistica e che mi offre ogni volta una gioia inaspettata.
Il testo di Giuseppe Manfridi è di una bellezza rara, intriso di romanticismo e la regia del Maestro Maurizio Scaparro esalta l’eleganza ed intensità del racconto. Uno spettacolo performativo, ironico e commovente che parla a tutti, oggi più che mai.”
Guenda Goria

“Bisognerebbe scrivere come un critico musicale, perché Guenda Goria nei panni di Clara Schumann in ‘La pianista perfetta’ di Giuseppe Manfridi, con regia di Maurizio Scaparro, è una luminosa e sorprendente attrice che recita con pari slancio la solitudine artistica e l’attaccamento umano suggeriti dal testo, ed è anche un’esecutrice che fa parlare un severo pianoforte a coda, talora associando voce e suono”.
Rodolfo Di Giammarco, la Repubblica

“Dunque un personaggio a dir poco singolare: Clara Schumann fu una pianista di grande prestigio e una compagna devota durante e dopo la vita del marito. Ma non fu solo una compagna devota, fu anche una donna di temperamento, con Robert quasi in competizione. Manfridi e ancor più Guenda Goria ne tracciano un ritratto diverso, più uniforme, più conciliante. C’è forse in questa scelta la precisa intenzione di volgere lo spettacolo nella direzione di un mix equilibrato tra parola e musica: applauditissime al Comunale di Todi le esecuzioni al piano della Clara di oggi”.
Franco Cordelli, Il Corriere della Sera, 1/9/2018

“La regia di Maurizio Scaparro è un piccolo capolavoro di garbo e stile, che si snoda inseguendo la superba musicalità della pianista, rivelandone i sogni che la uniscono a questo timido marito. (…) Guenda Goria nei panni della protagonista, è un’attrice strepitosa, che recita con slancio e sensibilità la solitudine dell’artista. Ed essendo anche una brava pianista, si cimenta estasiandoci con un pianoforte a coda. Una regia didascalica, senza voli pindarici. E un vivo successo da parte del pubblico accorso numeroso”.
Enrico Groppali, Il Giornale

“Il senso della serata verte sulla brillante prova di Guenda Goria (…) per la convincente forza drammatica, la capacità di conquistare l’attenzione, di attirare su di sé il pubblico – tanto che per tutto lo spettacolo non vola più una mosca in sala – doti cui si aggiunge una straordinaria versatilità artistica”.

Enrico Bernard, Saltinaria.it”.

 

 

 

 


Teatro Litta

da mercoledì a sabato ore 20:30 – domenica ore 16:30
durata: 75 minuti
Biglietti: Intero 25€ – Intero giornata di debutto 15€, Convenzioni 20€, Ridotto arcobaleno (per chi porta in cassa un oggetto arcobaleno) 20€, Under30 e Over65 15€, scuole di teatro e università 15€, Ridotto DVA 12,50€, scuole MTM, Paolo Grassi, Piccolo Teatro, Teatri Possibili 10€
spettacolo in abbonamento: Arcobaleno, Arcobaleno tandem, Arcobaleno over 65, Carta regalo x2, Carta regalo x4, Abbonamento le ragazze raccontano

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it/02-86454545

Scarica l’App di MTM Teatro e acquista con un clic

Date

Gennaio 29 (Mercoledì) - Febbraio 2 (Domenica)

Dove

Teatro Litta

corso Magenta 24

Biglietti

Acquista qui
X