dal 16 febbraio al 6 marzo
Manifatture Teatrali Milanesi

L’amica degli uomini importanti
(Vinzenz)

di Robert Musil – adattamento e regia Antonio Syxty – con Caterina Bajetta (Alfa), Gaetano Callegaro (Apuleius-Halm), Pietro De Pascalis (Barli), Guglielmo Menconi (Vinzenz), Debora Virello (L’amica) – in video Andrea Ettore Di Giovanni (Lo storico), Alessio Contini (Il musicista), Maurizio Salvalalio (L’uomo politico), Giuseppe Manno (Il riformatore), Luca Valenti (Un giovanotto) – scene Guido Buganza – costumi Giulia Giovanelli – realizzazione video Alessandro Saletta – disegno luci Fulvio Melli – staff tecnico Ahmad Shalabi, Marco Meola – assistente alla regia Libera Pota – con la collaborazione di Valeria Cavalli – foto di scena Roberto Rognoni – direzione di produzione Gaia Calimani

Prima nazionale

Alfa è una bella donna vanitosa e capricciosa, viziata dagli uomini e incline a un comportamento volubile ed eccentrico, per non dire anarchico. Ha un marito che si chiama Apuleius-Halm e che fa il critico d’arte, dopo essere diventato collezionista. Alfa ha anche un amante di nome Bärli -ricco commerciante- che la corteggia insistentemente fino ad arrivare a minacciarla con una pistola caricata a salve e a spararle. Ha un amico di infanzia che si chiama Vinzenz e che fa l’assicuratore con il pallino della matematica. Vinzenz, che è stato anche un amore giovanile di Alfa, sta progettando un metodo scientifico-matematico per sbancare i casinò e diventare ricchissimo. Ora però, Vinzenz è stato assoldato -dietro compenso- dal marito di lei -Apuleius-Halm- affinché possa pedinare la moglie. L’uomo è geloso e vuole le prove dei suoi tradimenti per lasciarla. A un certo punto si scopre che anche Bärli paga la consulenza di Vinzenz in modo che possa aiutarlo a liberarsi della passione che nutre per lei. E poi ci sono gli uomini importanti, un drappello di pretendenti formato da un politico, un musicista, uno storico, un riformatore e un giovanotto figlio di industriali, convenuti per festeggiare l’onomastico di Alfa. In questo gruppo decisamente eterogeneo non può mancare la classica confidente, un’amica di Alfa, che si trasforma in nemica quando si scopre che ha avuto una liaison amoureuse con Vinzenz, provocando la furia di Alfa. La vicenda è piena di risvolti farseschi, finti omicidi e suicidi, piani per fondare Società Industriali e Cinematografiche, divorzi improvvisati, proposte di matrimonio, cambi di identità e inspiegabili progetti per salvare il mondo da se stesso. Scritta nel 1923 e pochissimo rappresentata questa è l’unica farsa teatrale di Robert Musil autore di opere ben più famose come I turbamenti del giovane Törless e L’uomo senza qualità.

Teatro Litta
da martedì a sabato ore 20:30 – domenica ore 16:00 – lunedì riposo
Durata: 100′
Biglietti: Intero 21€ – Under30 15€ – Under18 e Over65 11€
Abbonamento: MTM, Invito a Teatro Tagliando Litta