HORS
House Of the Rising Sun

HORS è una casa.
In un momento in cui di case ce n’è sempre meno.
Una casa dove portare le cose più preziose.
Ma solo per condividerle con gli altri.
Una casa da arredare con il proprio talento.
E poco importa se diventerà un loft minimal o una cuccia sgangherata,
HORS è un’opportunità.
Un foglio bianco.
Uno spazio.
Dove lavorare. Giocare. Litigare.
Unica regola: aprirsi al confronto.
Non fare i permalosi.
Sentire cosa ne pensano gli altri mentre lo spettacolo è ancora in lavorazione.
E poi offrirlo in pasto agli spettatori.
HORS è una casa.
Noi vi diamo le chiavi.
Voi aprite il cantiere.

Renzo Francabandera

curatore artistico

Diego Vincenti

curatore artistico

curatori artistici

Termine ultimo per inviare il progetto dello spettacolo POSTICIPATO al  30 GIUGNO 2017

Possono partecipare SOLO soggetti residenti in Lombardia

Per informazioni e invio del materiale

hors@mtmteatro.it

MTM vuole dichiararsi un progetto di ampio respiro e come tale ha messo in cantiere una nuova “zona franca” che inaugura la stagione 16-17, interamente dedicata alle compagnie indipendenti.
HORS, con la tutorship straordinaria di Renzo Francabandera e Diego Vincenti, vuole dare voce a loro: questi loro potrebbero essere quelli che prenderanno il nostro posto fra 5, 10 o 20 anni, ma nel frattempo faticano a trovare un teatro in grado di accoglierli, o banalmente si trovano a dover continuamente migrare da uno spazio a un altro in modo totalmente precario.
HORS non vuole essere una rassegna né tantomeno un festival, è semplicemente una “casa”, sicuramente temporanea, ma utile se al suo interno ci si può conoscere e parlare, vedere spettacoli e scambiare esperienze, condividere sogni e aspirazioni per il futuro della scena teatrale italiana.
The House of the Rising Sun è una ballata folk resa famosa nel 1964 dal gruppo The Animals. Se il termine Casa del sole nascente faceva riferimento a una casa chiusa di New Orleans come destino da evitare in qualche modo, noi vorremmo invece che diventasse non un luogo di vagabondaggio, ma un posto in cui riconoscersi per poter interpretare il mondo di domani proprio attraverso il teatro.

TUTORSHIP DI RENZO FRANCABANDERA E DIEGO VINCENTI

Teatro Litta – Compagnia Òyes
dal 23 al 25 settembre

Il Preferito

autore e regia Dario Merlini

La Cavallerizza – Teatro dei Gordi
dal 23 al 25 settembre

Albert

di Cecilia Campani – regia Marco Monzini

Teatro Litta – Ortika
dal 30 settembre al 2 ottobre

Erinni
O del rimorso

di Chiara Zingariello – ideazione e regia Alice Conti

La Cavallerizza – Compagnia D’Angelo/Gattini/Rossi
dal 30 settembre al 2 ottobre

Alice nella giungla

di Tobia Rossi – scritto con Elisa Vottre – regia Gabriele Gattini Bernabò

Scopri Il Progetto

DESCRIZIONE

HORS è un progetto di mentoring e sviluppo della creatività riservato a compagnie professioniste operative da alcuni anni (vocazionalmente nel territorio di Milano e della Lombardia), che abbiano intenzione di portare a maturazione un progetto artistico già strutturato. Il percorso si compone di:

. un confronto con osservatori critici durante la fase delle prove;

. la possibilità di utilizzare una struttura teatrale dedicata;

. un’anteprima al pubblico.

HORS vuole dunque essere un Campus dove definire e sviluppare la propria idea, portandola a compimento. È lo spazio dove aprire il cantiere della propria creatività.

 

ANALISI DEI BISOGNI

Troppo spesso si sono osservate notevoli difficoltà da parte degli artisti a sviluppare l’iniziale spunto creativo. A trasformare l’idea in spettacolo. Evoluzione che pare arenarsi ai primi venti minuti di lavoro, antipasto necessario per partecipare a premi e manifestazioni di settore. Ma che da quel momento fatica ad ampliarsi, a trovare solidità. HORS nasce per colmare questo gap. Supportando la creazione con un confronto critico che aiuti ad approfondire il nucleo originario e a ramificarlo verso nuove necessità, focalizzandosi sullo sviluppo drammaturgico e proponendosi come sguardo esterno consapevole e dedicato. Oltre a questo, HORS offre ai suoi protagonisti un tempo di prove e di allestimento, all’interno delle strutture di MTM – Manifatture Teatrali Milanesi.

 

SOGGETTI INTERESSATI

Siamo aperti a valutare progetti di varia natura. Ma per spirito ci rivolgiamo a compagnie professioniste, anagraficamente comprese fra i 30 e i 35 anni, che abbiano già all’attivo alcuni esiti scenici e che vogliano continuare lo sviluppo del proprio linguaggio teatrale, in una fase particolarmente delicata dell’evoluzione creativa. Per l’edizione 2017 vogliamo coinvolgere quattro soggetti che abbiano già pronta una drammaturgia e avviato un percorso di allestimento scenico, disponibili al confronto e a proporre al pubblico un’anteprima della nuova produzione, all’interno del cartellone di HORS.

 

TEMPISTICHE

L’edizione 2017 di HORS si svolgerà fra maggio e settembre. Nei primi mesi verranno individuati i 4 soggetti interessati e inizierà il percorso di confronto critico. Gli esiti scenici saranno invece ospitati all’interno della Sala Litta e La Cavallerizza. La prima settimana (che vedrà ospiti due compagnie) sarà da martedì 26 settembre a domenica 1 ottobre 2017 (repliche venerdì , sabato e domenica), mentre la seconda settimana ( che vedrà ospiti due compagnie) sarà da martedì 3 a domenica 8 ottobre 2017, repliche venerdì, sabato e domenica. Entrambe le sale saranno messe a disposizione degli artisti già dal martedì per 3 giorni di allestimento e prove.

 

SCHEDA TECNICA

Verrà messo a disposizione delle compagnie:
aiuto tecnico per montaggio/smontaggio
materiale tecnico, compatibilmente con la disponibilità del teatro

 

ONERI E COMPENSI DELLA COMPAGNIA

Sono a carico della compagnia il certificato di agibilità per tutti i componenti (tecnici compresi).
Il contratto con MTM prevede un compenso a percentuale al netto di IVA e spese SIAE.
Sarà compito della compagnia ospite inviare i dati e i documenti relativi alla SIAE dello spettacolo.

 

OBIETTIVI

Il primo obiettivo è quello di ripetere il successo dello scorso anno, un numero zero accolto dall’ambiente con attenzione e favore. Operatori e pubblico hanno seguito con interesse le anteprime e le due settimane di lavori, conclusesi con una chiacchierata aperta sul progetto e i risultati raggiunti. Anche quest’anno parola chiave sarà “confronto”: con gli artisti, con gli operatori, con la città e con alcune manifestazioni già esistenti (IT Festival, Apache). Crediamo in questo senso che il dialogo possa portare a una rete di supporto alla creatività giovanile, composta da realtà differenti per forma e sguardo, ma accomunate per spirito e sensibilità. Attitudine che vorremmo fosse anche uno dei punti nodali su cui far crescere HORS nei prossimi anni, verso quell’idea di Campus che farebbe diventare il progetto di MTM uno spazio aperto di formazione e crescita, con il coinvolgimento di scuole e accademie e alcune finestre aperte durante l’intera stagione teatrale. In modo da ampliare le occasioni di incontro e approfondire le dinamiche di supporto.

 

PER INFORMAZIONI

hors@mtmteatro.it

  • X