CACTUS 2016/17

CACTUS 2016/17

Festival Cactus 2016/17

 

Domenica 14 maggio 2017
Teatro Litta – C.so Magenta 24, Milano

 

Il progetto Cactus si pone come obiettivo di avvicinare i giovani al teatro in tutte le sue sfaccettature, dalla messa in scena alla critica, dall’allestimento del “dietro le quinte” al solo piacere estetico della fruizione, cercando di formare un pubblico consapevole e partecipe. Per questo si rivolge ai giovani delle scuole secondarie con un percorso teatrale qualificato, che li vede assoluti protagonisti. Dato che la necessità primaria di fare teatro a scuola è il “raccontarsi”, il progetto prevede la messinscena di testi di drammaturgia originale creati dai ragazzi stessi che, attraverso la guida di operatori esperti, saranno dapprima condotti nello studio di opere di autori classici per individuarne le tematiche principali, per imparare poi a svilupparle e modificarle con elaborati vicini al loro immaginario.
Come filo conduttore di questa seconda edizione di CACTUS 2016/2017 è stato scelto di proporre alle scuole l’opera teatrale omnia di Carlo Goldoni. Gli Istituti selezionati potranno scegliere autonomamente su quale testo del drammaturgo veneziano (sia in lingua italiana che in dialetto) lavorare.
Amore, contrasto generazionale, sentimento di uguaglianza tra gli uomini, satira della società sono tematiche care al riformatore della Commedia dell’Arte che ben possono trovare risonanza negli interessi dei ragazzi. Al di là di una solo apparente lontananza da quello che è il mondo dei giovani e i loro interessi, in una qualsiasi delle sue opere è invece possibile trovare quell’universalità di temi e storie che solo i grandi classici hanno e che permetteranno, sia agli insegnanti di approcciare in modo differente, seppur in ambito di programma ministeriale, un’analisi del testo ricca, stimolante e coinvolgente, sia ai ragazzi di indagare e rielaborare in ambito più teatrale, drammaturgie originali che siano frutto ed espressione delle proprie esigenze.

 

SCARICA QUI IL PROGRAMMA

 

Non ci sono commenti

Commenta